FisiOnLine - Forum di discussione

Reply

Tendinopatia spalla

« Older   Newer »
elis78
view post Posted on 23/4/2003, 12:41 Quote




Salve a tutti,
sono Elisa e ho 24 anni e da circa un mese soffro di un problema alla spalla destra. Il Pronto Soccorso ha diagnosticato una tendinopatia cuffia rotatori con dolore e modesta ipotrofia (regione posteriore) muscolare della spalla. C'è una limitazione funzionale e il test di Jobe è risultato positivo. Mi hanno ordinato una risonanza magnetica e niente altro che riposo per 10 gg. Ho fatto la risonanza e sto attendendo l'esito, ma il dolore alla spalla è rimasto invariato anche con il riposo forzato e siccome non si può stare fermi per sempre son tornata al lavoro (programmo portali web) e quindi i dolori sono aumentati sebbene abbia preso qualche piccolo accorgimento (ho portato il mouse a sinistra e cerco di digitare il meno possibile con la destra).
Cosa posso fare per limitare i danni in attesa del consulto ortopedico?
Grazie di quello che potrete dirmi e anche solo dell'ascolto
Ciao
Elisa
 
Top
physiofranz
view post Posted on 24/4/2003, 01:37 Quote




Carissima Elisa,
ti posso suggerire delle applicazioni di Laser terapia.

Una vera autorità sull'uso di Laser in Medicina è il Prof. Leonardo Longo di Firenze.
Il suo indirizzo informatico è: longo@dada.it

Non pratica Laserterapia fisioterapica.
E' uno studioso, gentilissimo e fondatore dell'IALMS, un gruppo internazionale di studio del Laser in Medicina.
Personalmente mi ha aiutato moltissimo nei casi di cui gli ho parlato e che ho affidato ai suoi consigli professionali.
Gli sono veramente grato.

Puoi rivolgerti a lui per un consiglio nel tuo caso specifico.

Io non so dove tu abiti.
Non so quindi neppure consigliarti a chi rivolgerti per queste applicazioni.
Da noi, in Emilia-Romagna, il Servizio Sanitario Regionale ha tolto dal Prontuario le applicazioni laser in fisioterapia.
Se abiti qui, devi, a fortiori, rivolgerti a degli studi privati.

Non conosco la situazione nelle altre Regioni.

I benefici che ho notato in casi simili al tuo (ogni situazione è assolutamente personale) sono molto buoni, anche a distanza di tempo.

Questo è un mio consiglio personale.
Il coordinatore di questo Forum saprà sicuramente consigliarti meglio.

Personalmente ho molta fiducia anche nella idroterapia in acqua marina (risultati ottimi in un amico carrozziere) e negli ultrasuoni.
Purtroppo anche questi ultimi nella mia amata Regione non sono considerati "terapie essenziali" e possono essere ottenuti solo da privati a pagamento.

No comment!

Quello che dici è molto giusto.
Non si può stare fermi.
E' pur vero che non ci si può neppure strapazzare.

"In medio stat virtus" sentenziavano i Romani.

Buona la soluzione del mouse.
Ti consiglierei anche alcuni semplici esercizi di mobilizzazione della spalla. Per questo la cosa migliore è chiedere aiuto ad un fisioterapista della tua città.
E' possibile che tu non abbia un amico fisioterapista?
Siamo così rari?

Un caro saluto
Francesco

 
Top
elis78
view post Posted on 24/4/2003, 10:39 Quote




Caro Francesco,
grazie dei consigli sicuramente proverò a suggerire la Laser Terapia, anche se l'avevo provata per un problema diverso alle ginocchia e aveva fatto poco. Per quanto riguarda gli ultrasuoni, gli ho già provati, insieme ad una terapia di interferenziale, ma non hanno avuto grandi risultati...
L'amico fisioterapista ce l'ho (mi segue da tre anni e conosce la mia storia clinica... ho problemi alle ginocchia), ma volevo aspettare l'esito della risonanza per riconsultarlo. E' stato lui a spedirmi in pronto soccorso dopo che gli ho mostrato la spalla, lui sospetta una sublussazione anteriore.
Grazie del consiglio e aspetto il moderatore.
Elisa

PS: Sono della provincia di Treviso
 
PM  Top
Ft Roberto Tommasini
view post Posted on 27/4/2003, 01:45 Quote




Aspettando Godot, aspetta che ti aspetta il dolore di solito passa, purtroppo per le tendiniti non è così!
Scusami per il ritardo Elisa!
Secondo me bisogna chiarire alcune cose considerando il fatto che le valutazioni a distanza trovano sempre il tempo che trovano.
Posso fare alcune considerazioni:
1 Tendinopatia della cuffia dei rotatori non è una diagnosi (è un pò come dire che uno ha un generico mal di spalla). Ci sono delle valutazioni funzionali e non strumentali che permettono di essere più precisi perchè essere più precisi nella valutazione vuol dire essere più precisi nel trattamento. Ad es. il test di jobe è abbastanza specifico per il sovraspinato ma da solo non è che voglia dire granchè.Vedi se il tuo fisioterapista di fiducia è specializzato nella valutazione e trattamento secondo Cyriax per esempio.
2.Siamo sicuri che il tuo è un problema di spalla e non di rachide cervicale ? dovresti vedere con il fisioterapista di fiducia se il dolore che tu provi si modifica (aumenta per es.) con i movimenti del collo (molte volte un dolore che sentiamo alla spalla può essere un dolore riferito a partenza dal rachide cervicale)
2. Il riposo assoluto per molti giorni quasi mai è la terapia migliore per problemi che non siano fratture e tu lo hai provato in prima persona
3. l'ipotrofia posteriore (sopra-sottospinato?)potrebbe essere un problema di vecchia data (giocavi a pallavolo?)
4. la RMN da sola molto spesso non basta per fare una diagnosi corretta, deve sempre essere accompagnata da una valutazione funzionale e molte volte viene contraddetta dall'artroscopia
5.Cosa intendi per limitazione funzionale? Non riesci ad alzare il braccio attivamente ?
6.come ti sei fatta male?
7.Quali sono i movimenti che più ti fanno male?
8. Il dolore che tu senti supera il gomito ?
9. Il dolore che tu senti è tale da svegliarti di notte ?
Spero che quando leggerai queste righe avrai già risolto il tuo problema o comunque sarai indirizzata verso il miglioramento
A presto

 
Top
elis78
view post Posted on 28/4/2003, 10:51 Quote




Grazie della risposta, il problema non si è ancora chiarito e anche se il fatto di non aver lavorato tanto mi ha ridotto un pò il dolore che però dopo mezz'ora si son già ripristinati al livello ormai solito abbastanza acuto.
So benissimo che le valutazioni a distanza trovano il tempo che trovano, ma l'attesa di una diagnosi è sempre difficile quindi siccome non sono una persona paziente in queste cose, ho provato anche questa strada.
Rispondo alle considerazioni:
1) L'avevo intuito che il medico del PS mi avesse fatto na diagnosi a caso, anche perchè uno che manco ti visita non può fare altro. Il mio fisioterapista è abbastanza specializzato nei problemi del ginocchio, però proverò a chiedere della manovra di Cyriax.
2) Non ci sono problemi alle cervicali, il dolore non cambia con i movimenti del collo, è stata la prima cosa che sia io che il fisioterapista abbiamo controllato;)
3) Son d'accordo che il riposo non è una soluzione, anche se nella condizione in cui ero non c'erano molte cose che riuscivo a fare, qualsiasi movimento anche il più piccolo causava dolore.
4) So anche io che la RMN non basta, ma la radiologa ha commentato che qualcosa c'è, quindi se qualcosa si vede sarà un punto di partenza, insieme alla vista della mia spalla con una specie di cavità nella regione posteriore.
5) Per limitazione funzionale, credo che il dottore del PS intenda che non riesco a fare quasi nessun movimento senza sentire dolori. Io faccio tutto ma il dolore c'è sempre.
6) Non mi son fatta male è questo il punto! Non ho avuto traumi!! L'unica cosa è che i dolori son cominciati dopo 3 ore di lavoro serrato in cui non facevo altro che rifare lo stesso movimento con il mouse.
7) Tutti quei movimenti in cui il braccio è sistemato nella posizione del mouse, tipo quando cambio in auto, tipo quando mangio....
8) Il dolore supera il gomito e arriva alle dita, ma non ho formicolii
9) Alcune volte si, mi ha svegliato, ultimamente meno per fortuna.
Il miglioramento è iniziato, però non sto ancora per niente bene!
Grazie ancora
Elisa
 
PM  Top
Ft Roberto Tommasini
view post Posted on 29/4/2003, 01:45 Quote




Ciao Elisa
Ci dici che fai tutto ma il dolore c'è sempre: molte volte questa è la presentazione dei problemi ai tendini :articolarità conservata ma dolorosa.
Hai la sensazione che facendo alcuni movimenti, se non ti fermi, la spalla possa "uscire" di posto?
La RMN che hai fatto era con mezzo di contrasto ?
Con tutti i limiti visti in precedenza da quello che ci dici e dalla gravità del sintomo dolore penso che potrebbe trattarsi o di una lesione parziale del tendine del sovraspinato con interessamento della capsula articolare, lesione probabilmente causata dai microtraumi ripetuti provocati dall'utilizzo del mouse con il braccio anteposto (è una posizione che può causare una diminuizione della microcircolazione a livello dei tendini della cuffia dei rotatori) oppure come dice il tuo fisioterapista di fiducia una lussazione senza trauma (cosa possibile ma improbabile se non hai già sofferto di questa patologia)
Lesione tendinea----laser, US, massaggio trasversale profondo
(Sub)lussazione----consulto ortopedico
Ciao
 
PM  Top
elis78
view post Posted on 29/4/2003, 10:54 Quote




Grazie ancora dei consigli e del consulto.
Rispondo subito a due domande: l'ipotrofia non so se è di vecchia data, non ho avuto traumi alla spalla e non ho mai giocato a pallavolo in modo costante; la sensazione che la spalla esca c'è stata solo un paio di volte, ora va meglio, ma il dolore arriva a tutta la scapola dopo un semplice movimento circolare.
Stamane sono ritornata dal fisioterapista di fiducia che continua ad restare dell'ipotesi di una sublussazione. Dice, parole testuali, che: "E' avanti di un dito e c'è un buco dietro è questo che mi preoccupa. Per fortuna non ci son lesioni rilevanti. Ora sentiam l'ortopedico e poi in caso vediamo di risolvere in modo fisioterapico."
L'esito della RSM (senza contrasto, almeno credo) è arrivato ieri sera ed è:
Non segni di versamenti endoarticolare.
Tendine del capo lungo del bicipite in sede, di spessore regolare.
Non significative alterazioni morfo-strutturali per i tendini della cuffia dei rotatori.
Conservato il trofismo dei corrispondenti ventri muscolari.
Nei limiti i rapporti scapolo-omerali e acromion-claveare.
Non significative alterazioni del cercine fibro-cartilagineo glenoideo.

Sono queste due frasi che lasciano in dubbio il mio fisioterapista che però è sollevato che non ci siano lesioni.
Ora attenderò il consulto con l'ortopedico che ho il 9 maggio e spero che la cosa si risolva, perchè è dura continuare così ancora per molto.
Grazie
Elisa

PS: Scusate se ho abusato di questo forum che è per i fisioterapisti e non per i pazienti... però dopo tre anni di fisioterapia per dei problemi alle ginocchia (plica sinoviale ad entrambe, rimossa a sinistra e rotule alte con sublussazione della rotula destra una decina di volte nell'ultimo anno), conosco un pò la materia e mi interessa.

Edited by elis78 - 29/4/2003, 09:26
 
PM  Top
Ft Roberto Tommasini
view post Posted on 30/4/2003, 23:43 Quote




Grazie a te Elisa di aver dato il tuo contributo, purtroppo di dolore, a questo forum.
Ti trovi per fortuna in una condizione fortuna rispetto alla maggior parte delle persone affette da problemi come i tuoi :
-hai dalla tua parte un professionista (il tuo fisioterapista di fiducia)
-hai una testa che ragiona e che non accetta pedissequamente tutto quello che gli viene detto
Spero che il tuo problema si risolva presto, magari senza ricorrere alla chirurgia se possibile.
Tienici aggiornati, speriamo di esserti stati almeno un po' di aiuto!
Roberto
 
PM  Top
elis78
view post Posted on 11/5/2003, 17:36 Quote




Allora l'ortopedico ha diagnosticato una borsite alla spalla. Ha ordinato un ciclo di terapia antalgica e di stare a vedere.
Non son molto soddisfata, ma insomma... speriamo bene!
Ho già parlato con il fisioterapista e martedì vedo il fisiatra del centro per programmare le cure che comprenderanno anche un ciclo di rieducazione, visto che alcuni movimenti ho cominciato a non farli per il male...
Continuo a non star bene, però il dolore è un pò diminuito e almeno la notte riposo quasi senza svegliarmi!!
Staremo a vedere!
Grazie a tutti
Elisa
 
PM  Top
physiofranz
view post Posted on 12/5/2003, 00:13 Quote




Allora auguri di pronta guarigione e...sogni d'oro.
Francesco
 
PM  Top
elis78
view post Posted on 13/5/2003, 16:52 Quote




La saga continua!
Ho visto il fisiatra e dopo la visita, notando l'iperlassità che ha diagnosticato anche l'ortopedico e dopo che mantenendo lui la testa della spalla questa è uscita facendo un movimento, la conclusione è: INSTABILITA' GRAVE!!!!
Le terapie cominciano giovedì per 15 gg di rieducazione e manipolazione a ritmo serrato sperando di ristabilire l'equilibrio!
Tenete le dita incrociate per me!!
Eli
 
PM  Top
physiofranz
view post Posted on 14/5/2003, 01:51 Quote





Eli, ti racconto una bella storia.

Nel Vangelo è scritto che una donna, che perdeva da tempo molto sangue, si guarì toccando la veste di Gesù.
E' la famosa vicenda dell'emorroissa.
Un particolare è di solito sfuggito sempre, un'annotazione buffa e seria al tempo stesso. Dice:
"La donna si era rivolta a molti medici, non ottenendo nessun risultato e spendendo molti dei suoi averi".

Voglio dire che non è bene consultare tanti medici.
Infatti "tot capita tot sententiae" dicevano i nostri padri latini, cioé "tante le teste tante le opinioni".
Questo vale per ogni cosa.
Nella mia esperienza ho potuto notare che è bene prendere un'ipotesi ed andare fino in fondo verificandola seriamente.
Questo comporta un coinvolgimento responsabile fra chi cura e chi chiede aiuto.
Sono il tempo e le verifiche stesse a suggerire come andare avanti.
Diversamente nasce sempre una bella confusione e non si conclude nulla.

Scusami questa piccola nota di metodo.

Nell'ansia di guarire non teniamo ben conto di ciò che veramente importa, cioé affrontare serenamente ed usando la ragione quello che ci sta capitando.

Non è filosofia questa; è semplice "banalissima" esperienza.
Francesco
 
PM  Top
elis78
view post Posted on 14/5/2003, 16:10 Quote




Non vorrei sembrare scortese, ma che c'entra? Forse non mi ero spiegata bene, io non ho chiesto un altro parere! Mi sono rivolta ad un centro per fare le terapie ordinate dall'ortopedico e ho dovuto fare la visita con il fisiatra interno. Poi la diagnosi è la stessa, tutti e due dicono che c'è un'iperlassità!
Il fatto dell'instabilità è logico che sia vero.. quando vedi la spalla uscire sotto i tuoi occhi durante una semplice visita!
Elisa
 
PM  Top
physiofranz
view post Posted on 14/5/2003, 18:47 Quote




Ti chiedo scusa.
Avevo capito male.

Mi permetto di dire che il metodo è comunque valido.
Molte persone fanno come ti dicevo.
Non è il tuo caso e te ne chiedo venia (perdono).

Grazie per la correzione
Francesco
 
PM  Top
Ft Roberto Tommasini
view post Posted on 21/5/2003, 00:00 Quote




Cara Elis
Prendiamo in considerazione che ci sia questa benedetta lassità.
3 cose
1. cosa intende l'ortopedico per manipolazioni in caso di lassità ? Le manipolazioni in presenza di lassità sono CONTROINDICATE a livello di qualsiasi articolazione
2.Ci sono vari tipi di lassità che rispondono a vari tipi di terapie in soldoni c'e:
- quella traumatica ----
scarso effetto della terapia conservativa (riabilitazione)
trattamento di elezione Chirurgia
- instabilità multidirezionale (c'è trauma, non c'è , deficit della risposta riflessa della muscolatura della spalla, bho...)----
si fa sempre prima un tentativo di trattamento conservativo (in primis riabilitazione propriocettiva, rinforzo della muscolatura della cuffia dei rotatori, detensione strutture anteriori gran pettorale u.s.w.)
se risultati non soddisfacenti trattamento chirurgico
3.Ti ricordo però che il problema della lassità a livello della spalla non è in prima battuta il dolore quanto l'impossibilità di fare attività fisiche agonistiche per la ripetizione della lussazione o per la paura della lussazione stessa
4. consiglierei prima di tutto di riuscire ad eliminare il dolore, poi si vedrà se la instabilità è il problema.
Ciao
 
PM  Top
23 replies since 23/4/2003, 12:41
 
Reply